info@spazio1b.ch / +41 91 994 49 49

© 2019 Associazione Spazio 1b. All Rights Reserved. 

Spazio 1b in collaborazione con Biennale Immagine Chiasso

CRASH/FRAGMENTS

​​

05.10.2019-08.12.2019 / Biennale Immagine / Spazio Off

via San Gottardo 8a - Chiasso

"toccare un dito con il cielo"

di Stefano Comensoli_Nicolò Colciago

(a cura di Spazio 1b)

10.10.2019-07.02.2020 / Spazio 1b

Riva A. Caccia 1 - Lugano

crash/fragments

26 artisti in mostra

Definitivo A4 per inviti (1).jpg

crash/fragments IT

 

Fin dai tempi più remoti il nostro universo si plasma e si rigenera attraverso violenti cambiamenti; nell’infinito crash cosmico la materia si disgrega per diventare altro, per evolversi e mutare secondo regole e prospettive completamente nuove, affascinanti e misteriose.

 

Così come l’individuo affronta costantemente, sia nella sua dimensione interiore che nel suo essere sociale, una serie di eventi di rottura, di tensione, di scontro; subire o indurre il crash; “andare a pezzi” non identifica solo un risultato o una finalità distruttiva, ma presuppone una rinnovata ricostruzione, assemblando e rimodulando i frammenti secondo nuovi obbiettivi, ideali, aspirazioni.

 

Anche la nostra società muta ed evolve sotto la spinta delle grandi battaglie, degli scontri, della protesta; piccoli e grandi crash necessari per riconfigurarsi e rigenerarsi. Mandare in crash il Sistema, resettarlo; anche l’artista, testimone del presente e indagatore del futuro non si sottrae a questo vortice distruttivo-generativo, consapevole che solo dallo scontro, talvolta radicale e traumatico, possono scaturire i frammenti germinali del rinnovamento.

 

Cerchiamo le tracce, cerchiamo frammenti carichi di energie dai quali è possibile ricominciare, costruire, riassemblare, scartare per creare il nuovo. La Fine è parte di un ciclo naturale ed è capace di rivoluzionare e stravolgere il nostro pensiero e le nostre azioni, così come la percezione di quanto è intorno a noi. Il “Crash” come portatore di cambiamento e stimolo per un nuovo Inizio.

crash/fragments EN

 

Since faraway ancient times, our universe has been shaping and regenerating itself through violent changes; in the infinite cosmic crash the material disintegrates to become something else, to evolve and to change according to completely new, fascinating and mysterious rules and perspectives.

Just as what an individual constantly faces, both in his interior dimension and in his social being, a series of events of rupture, tension, confrontation; undergo or induce the crash; "going to pieces" does not only identify a destructive result or purpose, but presupposes a renewed reconstruction, assembling and remodeling the fragments according to new objectives, ideals and aspirations.

Also our society changes and evolves under the pressure of great battles, clashes and protest; small and large crashes needed to reconfigure and regenerate. Crash the system, reset it; even the artist, a witness of the present and inquiring of the future, does not avoid this destructive-generative vortex, aware that only from the clash, sometimes radical and traumatic, can the germinal fragments of renewal emerge.

We are looking for the traces, we are looking for fragments full of energies from which it is possible to start over again, to rebuild, to reassemble, to discard in order to create the new. The result is part of a natural cycle, which is capable of revolutionizing and shaking our thinking and our actions, as well as the perception of what is around us. The "Crash" as a bearer of change and a stimulus for a new beginning.